Animali domestici

Gioielli colorati in acqua di mare – una casa per Nemo & Co

Almeno dal successo cinematografico dell’avventura di animazione “Alla ricerca di Nemo”, l’interesse a tenere questi colorati pesci pagliaccio e i loro parenti nelle tue quattro mura è aumentato in modo significativo. Molti detentori di futuri pesci marini sottovalutano semplicemente il compito di creare un ambiente appropriato per l’allevamento appropriato delle creature marine. Contrariamente alla concezione e al funzionamento di un acquario d’acqua dolce, gli acquariofili di acqua salata hanno requisiti che possono far saltare rapidamente il proprio budget o rompere prematuramente il sogno di avere il proprio zoo sottomarino nelle proprie quattro mura a causa del mancato rispetto di alcuni fatti importanti. Per i principianti ci sono alcuni punti importanti da tenere a mente con cui portarli passo dopo passo creare un ecosistema funzionante.

Immagine 1 pesce pagliaccio dell'acquario marino

Il pesce pagliaccio è diventato un simbolo del desiderio degli acquariofili per l’esotismo e le vacanze nella propria casa ed è stato allevato commercialmente per molto tempo.

 Passaggio 1: dove dovrebbe essere posizionato l’acquario??

La considerazione di base più importante all’inizio del nuovo hobby è la domanda su dove andare.

Lo spazio disponibile deve essere esplorato per la dimensione del contenitore desiderata. Il contenitore non deve essere vicino alla finestra per evitare un ulteriore riscaldamento dalla luce solare diretta e per prevenire l’accumulo di alghe.

Sfavorevole è anche la collocazione nelle immediate vicinanze di un termosifone o di una stufa in maiolica; meglio un posto all’interno della stanza o su una parete di fronte alla finestra. Una posizione di fronte a una seduta comoda è sempre un vantaggio.

 Passaggio 2: quanto deve essere grande il contenitore??

Questa domanda dipende in primo luogo dal budget esistente o pianificato e, naturalmente, dalla questione se si desidera lo stock ittico o solo una flora sottomarina. Per un acquario con piante d’acqua pura, in linea di principio è possibile selezionare qualsiasi dimensione in base al budget e allo spazio disponibile. Tuttavia, se si decide di stoccare il pesce, si applica la regola empirica approssimativa: due litri d’acqua per centimetro di lunghezza del pesce. Quando si pianifica, si deve tenere conto anche della crescita prevista degli animali giovani.

Foto 2 pesci gialli dell'acquario di acqua di mare

Quando si allevano esemplari adulti del famoso medico pinna vela gialla, la pianificazione può essere eseguita in un acquario da 120 litri con un massimo di tre animali.

L’acquariofilia con acqua di mare richiede serbatoi di vetro pieni perché l’acqua salata può facilmente corrodere le parti metalliche e secernere tossine. Il contenitore deve rimanere scoperto in modo da garantire un costante ricambio d’aria e la circolazione dei gas. Consigliamo piscine con un volume di 160 litri (100 cm x 40 cm x 40 cm) o più per i principianti. Più grande è il bacino, più facile è raggiungere un equilibrio ecologico che perdonerà più facilmente gli errori dei principianti come l’eccesso di mangime o il controllo trascurato dei valori dell’acqua. È possibile anche il contrario un cosiddetto nano acquario, che è già disponibile da una lunghezza di 20 cm, la base per un variegato paesaggio sottomarino con piccoli gamberetti, granchi o lumache.

 Passaggio 3: su cosa dovrebbe stare l’acquario??

Non deve essere sempre un mobile base speciale per acquari di un rivenditore specializzato; una cassettiera a due ante particolarmente stabile e solida è completamente sufficiente. L’armadio base deve essere progettato in modo tale che la tecnologia come pompe e skimmer possa essere alloggiata nell’armadio dell’acquario. Per garantire una stabilità sufficiente, le dimensioni di base dell’armadio dovrebbero essere almeno le stesse dimensioni dell’acquario; il sottofondo deve essere privo di vibrazioni e livellato. Qui, il bacino e la sua sottostruttura devono essere livellati con una livella non appena viene installato. I tappetini livellanti tra la base e l’acquario possono compensare eventuali irregolarità. Se la vasca e la sua sottostruttura devono poggiare su vecchie assi di legno, si consiglia l’utilizzo di tamponi antivibranti e antivibranti come granulato di gomma o tappetini in gomma, acquistabili presso lavatrici specializzate per pochi euro.

 Step 4: Quale substrato è particolarmente vantaggioso per le piscine di acqua di mare?

La sabbia di quarzo non deve essere utilizzata in nessun caso, poiché i composti di silicato possono essere solubili in acqua e favorire lo sviluppo di microrganismi parzialmente tossici come cianobatteri o dinoflagellati.

La rottura naturale del corallo di circa due millimetri di spessore ha dimostrato il suo valore; uno strato di due o tre centimetri è sufficiente per ottenere un aspetto attraente senza sollecitare inutilmente il peso complessivo del sistema. Per la successiva pulizia del fondo dopo lo stoccaggio, dovrebbero essere prese in considerazione lumache, ghiozzi o stelle marine scavatrici, che svolgono un ruolo importante nell’ecosistema marino. Più voluminoso è il supporto scelto, maggiore è il numero di “detergenti per pavimenti” da utilizzare per tenere sotto controllo i batteri putrefattivi. La sabbia corallina a grana troppo fine porta rapidamente alla nuvolosità a causa del pesce che si trova sul fondo.

Foto 3 Acquario marino Tome

Un pavimento dell’acquario più scuro ha un effetto meno favorevole sull’equilibrio ecologico, poiché viene assorbita troppa luce e viene rallentata la riproduzione di preziosi batteri e microrganismi.

La sabbia corallina fresca e naturale può essere mescolata ai terreni esistenti anche in quantità minime; i preziosi microrganismi in essa contenuti si diffondono rapidamente e contribuiscono anche alla stabilità di un ecosistema. La cosiddetta “sabbia viva” è disponibile presso i rivenditori specializzati a circa 3 euro al chilo.

 Passaggio 5: tutto dipende dall’illuminazione – Come metto i pesci nella giusta luce??

 I tubi fluorescenti sono diventati sempre più obsoleti e dovrebbero essere utilizzati solo per piscine più piccole fino a un’altezza di 40-50 cm. Se stai progettando un acquario marino più grande e vuoi illuminarlo in modo ottimale, otterrai la tecnologia più recente da uno molto più potente Lampade ad alogenuri metallici (HQI, HIT) non in giro. Sono un’ulteriore evoluzione delle lampade a vapori di mercurio – con l’aggiunta di composti alogene e terre rare – e offrono una maggiore resa luminosa a parità di resa. La luce si avvicina molto alla luce solare naturale. Ora sono disponibili due versioni con bruciatore in vetro al quarzo e bruciatore in ceramica. Il vantaggio dei bruciatori in ceramica è una maggiore stabilità del colore, una maggiore efficienza luminosa, una maggiore durata e una migliore resa cromatica.

Immagine 4 acquario di acqua di mare paesaggio subacqueo

Le vasche da un’altezza di 50 cm devono essere dotate di un bruciatore HQI da 70 watt, in quanto l’intensità della luce diminuisce rapidamente con l’aumentare della profondità, da 60 cm di profondità deve essere 150 watt, da 70 cm 250 watt.

L’illuminazione dell’acquario è spesso già integrata nella copertura dell’acquario, si può perdere meno energia per evaporazione.

È necessaria una lampada HQI per ogni 60 cm di profondità della piscina. Tra due lampade dovrebbe essere mantenuta una distanza minima di 30 cm per evitare il surriscaldamento. Per una piscina lunga circa un metro sono sufficienti due luci da 70 watt ciascuna, una piscina corallina alta da 50 a 60 centimetri e con una capacità di 500 litri richiede una lampada HQI da 250 watt. Un preside medio-La durata dell’illuminazione di 8-10 ore è sufficiente, un timer può controllare l’accensione e lo spegnimento costantemente.Suggerimento: le lampade dimmerabili possono far aumentare e diminuire la luce naturale durante il giorno.

 Passaggio 6: acqua salata calda e naturalmente pura come nella barriera corallina tropicale

Se stai progettando un paesaggio corallino, dovresti mantenere la temperatura dell’acqua costante tra 24 e 27 gradi, che è assicurata da termoregolatori, che possono monitorare e controllare la temperatura a intervalli regolari. In estate la temperatura può superare i 27 gradi consigliati a causa del calore disperso dalle lampade HQI, da 29 gradi diventa critica per i pesci. Il raffreddamento è fornito da speciali dispositivi di raffreddamento e ventilatori di rivenditori specializzati di acquari. L’interazione tra unità di riscaldamento e raffreddamento regola e controlla speciali sistemi di controllo, disponibili anche presso i rivenditori specializzati.

Se la piscina, compresa l’illuminazione, è installata nel posto giusto e riempita di substrato, può già essere riempita con acqua salata e impostata a una temperatura calda costante tramite il termoregolatore. 22 gradi non dovrebbero essere scesi sotto.

Esso si fa notare, È essenziale testare l’acqua del rubinetto per i metalli pesanti e altre impurità come nitrati e nitriti prima di utilizzarla, L’acqua demineralizzata da un sistema di osmosi inversa è l’ideale. I filtri per l’acqua sono disponibili presso i rivenditori specializzati a partire da circa 50 euro. Assicurano che eventuali impurità come germi, batteri, erbicidi, fosfati, metalli pesanti, fungicidi, nitrati e nitriti vengano rimossi dall’acqua. I filtri dovrebbero essere cambiati ogni sei mesi e la membrana ogni anno. Gli scambiatori funzionano senza elettricità, sono necessari solo tre bar di pressione sulla linea dell’acqua. Grazie al principio dell’osmosi inversa, tutte le sostanze estranee vengono filtrate fino al 99%. Per fare ciò, l’acqua potabile viene premuta contro una membrana, l’acqua pura può passare attraverso la membrana, i minerali disciolti e le sostanze inquinanti vengono scaricati con l’acqua rimanente.I filtri sono disponibili in diverse versioni di prestazioni e prezzo, a seconda di quanti litri si possono filtrare al giorno, i filtri con una resa giornaliera di 300 litri sono già disponibili a 50 euro. L’acqua evaporata deve essere sempre rabboccata con acqua di osmosi.

Una volta che l’acqua è stata purificata, vengono aggiunti da 30 a 35 grammi di sale di marca per litro di acqua dell’acquario.

 Step 7: Tutto in movimento e pietre che possono “vivere”

Una pompa sommergibile o a flusso dovrebbe essere installata durante un periodo di riposo di una settimana per distribuire uniformemente il sale. È anche necessario per la successiva simulazione delle condizioni di flusso naturali. L’acqua non trasporta solo energia termica, ossigeno e CO2, ma anche prodotti di degradazione metabolica. Migliore è la miscelazione dell’acqua dell’acquario, più uniformi sono i valori dell’acqua nell’acquario. È importante impostare la forza del flusso a cui i rispettivi animali si sono abituati nel loro ambiente naturale. In pratica, l’intero contenuto d’acqua dovrebbe essere fatto circolare una decina di volte all’ora.Le pompe di flusso per bacini da 500 litri sono già disponibili nei negozi per circa 20 euro.

Fig. 5 Paesaggio sottomarino dell'acquario con acqua di mare II

Le pietre di aragonite inoculate con batteri proteggono i paesaggi naturali della barriera corallina e sono disponibili nei negozi specializzati come alternativa più economica alle pietre naturali della barriera corallina.

Dopo una settimana di riposo si possono utilizzare le cosiddette “pietre vive”, rocce vive che provengono dalla barriera corallina naturale, inoltre portano in acquario una varietà di piccoli organismi diversi, alghe e spugne. Idealmente, le pietre hanno una grande superficie con crescita di alghe a causa della loro struttura porosa. Un ecosistema funzionante impiega dalle sei alle otto settimane per svilupparsi e la stabilità biologica deve svilupparsi. Il rock dal vivo è disponibile per circa 10 euro al chilo.

 Passaggio 8: la pazienza ripaga – andrà tutto bene

Durante alcune settimane della fase di riposo, skimmer, filtri, riscaldamento e illuminazione devono svolgere il loro lavoro regolare, i valori dell’acqua dovrebbero essere controllati regolarmente per i valori dei nitriti durante questa fase. Ora puoi iniziare a immagazzinare passo dopo passo, prima alcuni anemoni o coralli molli. I paesaggi della barriera corallina possono essere progettati e costruiti. Inizialmente, si formeranno le alghe, solo quando i livelli di nitriti scendono permanentemente al di sotto di 0,05 mg per litro la fase delle alghe si attenua. L’allevamento di invertebrati come ricci di mare, lumache e paguri può iniziare prima che siano seguiti da pesci più robusti che si nutrono di alghe.

Con una manutenzione regolare, un ecosistema marino ha bisogno di circa due anni per sviluppare la sua stabilità finale

Fig. 6 Acquario marino

Immagini:

Illustrazione 1: pixabay©Preso(CCO 1.0)

Figura 2: pixabay©Irina-3(CCO 1.0)

Figura 3: fotolia©Decadimento(#104093905)

Figura 4:pixabay©sarangib(CCO 1.0)

Figura 5: pixabay©Vladimir-Adrian(CCO 1.0)

Figura 6: fotolia©marcoap1974 (# 27855476)